Caratteristiche di sistema

impianti thermorexPer progettare e costruire al meglio abitazioni in grado di rispondere alle prescrizioni del Decreto Legislativo n. 311/2006 in termini di miglioramento dell’efficienza energetica è opportuno tenere in considerazione le certificate prestazioni dei prodotti in Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS).

L’individuazione delle caratteristiche dei materiali da impiegare è espressamente di competenza del progettista dell’edificio che deve definire, nel dettaglio, quale sarà il contributo che le strutture orizzontali apporteranno in termini di risparmio energetico all’intero involucro edilizio.
Per agevolare il lavoro del progettista in fase di analisi e quello del costruttore in fase di posa in opera, REXPOLgroup ha perfezionato e brevettato un “sistema solaio” di nuova concezione

Le elevate caratteristiche di isolamento termico proprie del Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS) contribuiscono al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’intero involucro edilizio come definito dal Decreto Legislativo n. 311/06.
La possibilità di utilizzare materiali con differenti conducibilità termiche (?) e di realizzare casseri per solaio di qualsiasi altezza, permette di ottenere i valori di trasmittanza termica (K) richiesti per le diverse zone climatiche alla elevatissima duttilità progettuale.

Nello spessore del “riempimento” vengono ricavate delle cavità per agevolare e velocizzare le operazioni di posa in opera degli impianti tecnici e dei micro-archi contigui che migliorano l’aderenza del calcestruzzo sul Polistirene Espanso Sinterizzato.
Il peso ridotto del sistema solaio ThermoREX, permette una movimentazione agevole in cantiere e concorre ad aumentare la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (Legge n. 626/1994 e Decreto Legislativo n. 494/1996).thermorex-mod1

Per migliorare l’autoportanza del sistema solaio ThermoREX è stato necessario far collaborare il monoblocco in EPS con una lamiera nervata in acciaio zincato avente delle coste di irrigidimento.
Questo particolare profilo ha permesso di raggiungere delle luci di banchinaggio finora impensabili.
Per eseguire la corretta posa in opera del sistema solaio ThermoREX è necessario incastrare lateralmente ogni cassero con il successivo, utilizzando l’incastro rigido ed indeformabile presente su tutta la lunghezza.
L’incastro, parte integrante del particolare profilo della lamiera nervata in acciaio zincato, garantisce stabilità ai casseri e protegge l’EPS dal contatto diretto in caso di incendio.
Trasversalmente alle coste di irrigidimento viene posizionato un elemento in acciaio che permette il raggiungimento, al tempo stesso, di due obiettivi importantissimi: posizionare correttamente i ferri d’armatura (copriferro) e collegare tutti gli elementi in acciaio con il calcestruzzo.
Questo secondo aspetto è del tutto sensazionale: in caso di incendio il materiale isolante si deteriorerà ma non potrà avvenire il crollo del soffitto poiché la lamiera in acciaio zincato sarà collegata ai travetti in calcestruzzo.
Per migliorare il comportamento e la resistenza al fuoco (REI) e per ottenere una finitura inferiore di elevata qualità, possono venire impiegati dei pannelli in cartongesso avvitati sulla lamiera nervata in qualsiasi punto.
A garanzia delle prestazioni e delle specificità del sistema solaio ThermoREX, l’Ente di Certificazione Europeo DNV ha certificato il Sistema di gestione per la qualità di Rexcop, secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000.

Per garantire l’impiego del sistema solaio termoisolante ThermoREX in tutte le situazioni progettuali, è stato portato a termine un’importante programma di prove presso i qualificati laboratori del CSI che hanno determinato le effettive prestazioni di resistenza al fuoco (REI) dell’intero “pacchetto solaio”.
A seconda della composizione del “pacchetto solaio” si sono ottenuti dei valori di resistenza al fuoco compresi tra REI 30 e REI 180.
Vista la particolarità del metodo di prova, la complessità delle prove effettuate e la mole di dati generati dalle stesse, abbiamo predisposto una specifica sezione all’interno del manuale tecnico d’installazione dove poter identificare la stratigrafia del “pacchetto solaio” rispondente alle differenti situazioni progettuali.